Torna agli Artisti    Chiudi

Roberto Barni

Biografia:

Inizia a dipingere giovanissimo partendo dalle suggestioni dei fauves per attreversare poi una fase di stampo informale. Nel giugno del 1962 partecipa a Firenze alla mostra -manifesto della "Nuova figurazione". Approda presto ad un lavoro "Pop", con als erie delle mappe topografiche e nel 1963 con Buscioni, Ruffi e Natalini divide lo studio in Piazzetta Romana a Pistoia e costituisce la "Scuola di Pistoia". Negli anni seguenti espone con Buscioni e Ruffi a New York, Monaco, Bologna, Firenze, Verone e Milano. L'intenso periodo "Pop", che vede l'alternarsi di diversi cicli tematici, si chiude susl il finire degli anni sessanta con la serie dei "minio". "La sua scultura si inserisce, rinnovandola, in quella linea impegnata - come sottolinea il critico Alberto Boatto – ad affrontare l’ardua questione di dare un’espressione plastica alla figura dell’uomo, non già dell’uomo eterno ma dell’uomo contemporaneo. Colpisce, oltre alle qualità formali e il peculiare uso della patina, la spiccata originalità dell’iconografia delle figure di Barni, figure umane che l’artista indaga nelle sue diverse e molteplici sfaccettature. L’uomo perde qui il privilegio dell’individualità per diventare uomo comune, anonimo, che si perde nella folla delle grandi metropoli: raddoppia, prolifica, si moltiplica in altrettanti cloni che creano concatenazioni, sovrapposizioni e sequenze. Le figure di Barni si presentano quasi sempre in cammino. Come dice l’artista, l’unico movimento che la scultura può visualizzare nell’universo è quello della figura umana, l’unica di cui si riesce a rendere il dinamismo. Le creature di Barni si trovano spesso in situazioni di equilibrio precario. Qui la scultura sfida il senso di staticità, il vuoto, la vertigine, con i suoi personaggi apparentemente impegnati in azioni contrastanti, animati da una grande tensione.(exibart.com)"
   
Immagine Opera

Macchina da cucire
Immagine Opera

Gomitolo
Immagine Opera

Senza titolo
Immagine Opera
1939
Giro del sole
Immagine Opera
1960 circa
Orientamento
Immagine Opera
1965
Da piazzetta con furore
Immagine Opera
1988
Servi muti
Immagine Opera
1989
Convinzioni irriducibili