Torna agli Artisti    Chiudi

Corrado Zanzotto

Biografia:

Corrado Zanzotto nasce a Pieve di Soligo (Treviso) nel 1903 ma giunge bambino a Pistoia (1906). Ha per amico d'infanzia il pittore Pietro Bugiani e con lui si ritroverą alla Scuola d'Arte dove approderanno anche Renzo Agostini, Alfiero Cappellini e Umberto Mariotti. Come Bugiani e gli altri del gruppo, segue il consiglio di Giovanni Michelucci, pił anziano e guida riconosciuta e stimata, di studiare gli antichi maestri e disegnare dal vero in aperta campagna. Successivamente studia a Milano e inizia, prima con la propria famiglia eppoi da solo, la serie dei suoi soggiorni in varie cittą italiane, sempre dipingendo e disegnando. Incoraggiato da Michelucci, negli anni venti si dispone alla scultura ottenendo lusinghieri successi. Impara a suonare il violoncello e con questo si guadagna qualche volta da vivere. Oltre a Pistoia, la patria adottiva dove trascorrerą gran parte della vita e dove morirą nel 1980, sosta a Milano, a Roma e nell'amata Venezia che ritrae pił volte in piccole tempere-acquerello che restano tra le sue cose pił belle. Inizia ad esporre verso la fine degli anni venti in mostre collettive e solo nel 1956 terrą a Roma la sua prima personale alla quale altre ne seguiranno in varie cittą italiane. Consegue premi e riconoscimenti, escono alcune monografie a lui dedicate. Hanno scritto sull'opera di Corrado zanzotto, tra gli altri: Rino Alessi, Sigfrido Bartolini, Fortunato Bellonzi, Michele Biancale, Mino Borghi, Gualtieroda Vią, Angelo Dragone, Virgilio Guzzi, Paolo Iacuzzi, Alessandro Parronchi.
   
Immagine Opera

Labor
Immagine Opera

Villone Puccini