Torna agli Artisti    Chiudi

Ruggero Focardi

Biografia:

Ruggero Focardi nacque a Rovezzano in provincia di Firenze, il 25 febbraio 1864. Figlio dello scultore e restauratore Pietro Leopoldo,Ruggiero apprese i primi rudimenti artistici dal padre. Dopo un prolungato soggiorno londinese, si stabilì a Settignano dove frequentò il più anziano Telemaco Signorini, condividendone il linguaggio nell'ambito dell'espressione macchiaiola, in originali composizioni dal vero. Si dedicò al ritratto, al paesaggio, alla marina, alla scena di genere, spesso d'ispirazione umanitaria, con significazioni a sfondo sociale. Nel 1889 presentò all'Esposizione Universale di Parigi. Il gioco delle bocce (Firenze, Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti). Nel 1894 espose Vita campagnola, premiato al concorso Baruzzi di Bologna ed acquistato dal re Umberto I per la Galleria d' Arte Moderna di Firenze. Nel 1901 il Focardi partecipò al concorso indetto da Alinari per l'illustrazione della Commedia, rappresentando il canto XXXIII del Purgatorio, che sembra segnare una svolta nel suo stile, sia per il soggetto preraffaelita, sia per la tecnica, ispirata alla pittura divisionista di G. Previati. Il punto di contatto con tale diverso ambiente artistico sembra rappresentato dal pittore livornese P. Nomellini con il quale il Focardi condivise innumerevoli iniziative, in campo artistico ed espositivo. I contatti con il divisionismo non lasciarono tuttavia profonde tracce nel linguaggio figurativo del Focardi, che per tutta la vita rimase stanzialmente fedele alla pittura di paesaggio e al bozzetto, al motivo lirico e familiare. Dal 1904 ebbe la cattedra alla Scuola d 'Arte di Santa Croce. Si spense a Quercianella Sonnino in provincia di Livorno, il 25 febbraio 1925.
   
Immagine Opera

Canto XXXIII del Purgatorio raffigurante il Pradiso terrestre